Come funziona la scuola in Giappone?


aula giapponeseCi sono alcune differenze tra la scuola giapponese e quella italiana. Quali sono?

La scuola in Giappone inizia ad Aprile e finisce a Marzo.

Le scuole non obbligatorie sono l’asilo nido e la materna frequentate da bambini di 4-5 anni, che durano generalmente 2 anni. Invece la scuola elementare dura 6 anni e la frequentano i bambini da 6/7anni in sù.

L’istruzione Giapponese dopo le elementari prevede 3 anni di medie inferiori e 3 anni di medie superiori (il nostro liceo) anche se alcune scuole le hanno unite creando così 6 anni di scuola secondaria.

I ragazzi disabili invece hanno una scuola a parte chiamata Special Elections School.

Inoltre la cultura nipponica prevede anche materie che a noi di solito non vengono insegnate, come: Educazione all’igiene, economia domestica e scienze sociali. Invece le altre materie studiate sono arte, musica, educazione fisica, matematica e ovviamente lingua giapponese e inglese.

Molte persone hanno come immagine della studentessa o dello studente giapponese, dei ragazzi con la propria uniforme, che sono obbligati a mettere.

Le ragazze di solito indossano una camicia, un gilet o un maglioncino, una giacca, un fiocco al collo, i calzettoni e la tipica gonna.

Invece i maschi indossano i pantaloni, la giacca, la camicia e la cravatta.

Le divise o la lunghezza della gonna possono variare anche in base al luogo in cui si trova la scuola. Gli studenti devono anche indossare una spilla con lo stemma della propria scuola.

Una particolarità è che ragazzi e ragazze devono togliersi le scarpe prima di entrare, per poi mettersi le cosiddette “Wabaki”, delle scarpe (o anche delle vere e proprie ciabatte) da indossare solamente nell’edificio.

studentesse giapponesiAlcune scuole molto restrittive fanno controllare a degli addetti la lunghezza delle maniche, della gonna o della cravatta prima di iniziare le lezioni; questo perchè molte ragazze si accorciano la gonna o la modificano.

Invece una regola che vale per la maggior parte delle scuole è quella di non potersi tingere i capelli, e i maschi non possono averli troppo lunghi.

All’inizio delle lezioni ci si inchina sempre davanti ai professori e alla fine gli studenti puliscono l’aula proprio perchè non esistono i bidelli. Inoltre pranzano sempre a scuola, o dentro l’aula o nella mensa.

Spesso hanno anche dei mini market dentro l’edificio dove si può comprare cibo ma anche penne, gomme, matite, righelli, forbici e quant’altro.

Inoltre, ai Giapponesi piace molto la scuola e di base hanno un elevatissimo quoziente intellettivo!


wavatar

Informazioni su Raemochi

Sono una ragazza italiana che da svariati anni è appassionata della cultura Giapponese, Cosplay, Anime e Manga. Ho creato questo blog per poter condividere ciò che mi piace di più ^_^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *