6 differenze tra cultura giapponese e italiana


Tra Giappone e Italia c’è una grande differenza culturale che un turista puó notare solo girando per una qualsiasi città giapponese.

Ecco 6 differenze tra la nostra e la loro cultura:

1. Soffiarsi il naso.

Da noi è normale soffiarsi il naso in pubblico per evitare di tirare su e facendo rumore, ma in Giappone è maleducazione; mettono le mascherine proprio per coprire il fatto di tirare su con il naso.

 

 


2. I tatuaggi.

Qui avere tatuaggi in vista ormai è la normalità, ma per i giapponesi è una cosa inconcepibile; spesso avere dei tatuaggi puó portare a non poter entrare in alcuni locali, o magari nella piscina pubblica.


3. Mangiare il ramen.

Il Ramen è un tipico pasto giapponese che è arrivato fino qui. Per noi fare rumore mangiando il Ramen (o comunque zuppe con dentro degli spaghetti in generale) è maleducazione. In Giappone invece significa che si sta gradendo il cibo ed è ben apprezzato dal cuoco.

 

 


4. Fumare.

Noi per strada vediamo un sacco di gente fumare, ma in Giappone è addirittura illegale fumare mentre si cammina: esistono degli appositi spazi per i fumatori e infrangere questa regola porterà a pagare una multa salata.


5. La mancia.

Dare la mancia è una cosa apprezzata da chi la riceve e certe volte è addirittura obbligatorio. In Giappone invece è scortese perchè è come se si stesse facendo un “favore” al destinatario.

 

 


6. I taxi.

Al contrario nostro, aprirsi da soli la porta del taxi per entrare o uscire, in Giappone è scortese. Infatti in terra nipponica tutti i taxi hanno le porte automatiche anche se decide l’autista tramite dei pulsantini quando è arrivato il momento di aprirle. Tentare di aprirle manualmente oltre ad essere maleducato è anche inutile.


wavatar

Informazioni su Raemochi

Sono una ragazza italiana che da svariati anni è appassionata della cultura Giapponese, Cosplay, Anime e Manga. Ho creato questo blog per poter condividere ciò che mi piace di più ^_^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *